Vetro Trasparente o Extrachiaro? Scopri quale è meglio per i toui nuovi infissi

<<Vetro trasparente o extrachiaro, quali sono le differenze e quale è meglio scegliere?>>

Questa domanda non viene posta spesso da chi vende finestre in quanto poco preparato sull’argomento.

E’ più facile che venga chiesto da un produttore esperto di infissi o da un architetto.

 

Da cosa si differenziano queste due tipologie di vetro? Il vetro TRASPARENTE è il comune vetro, il più usato e la sua colorazione tendente al verde è data dalla presenze nel suo interno di ossido di ferro. Il vetro EXTRACHIARO è un vetro al quale è stato eliminato circa il 90% dell’ossido di ferro, con questo procedimento l’extrachiaro rimane molto più trasparente del vetro trasparente (scusate il gioco di parole).

La caratteristica principale di tutti i vetri è: LA TRASPARENZA

Il 90% dei vetri usati in edilizia è: TRASPARENTE (non extrachiaro)

Se la caratteristica principale del vetro è la trasparenza e l’extrachiaro è il campione di trasparenza perché non viene utilizzato? In primis perché è più costoso, poi perché più difficile da reperire.

 

Quali altri aspetti dovrebbero farci preferire un vetro extrachiaro:

  1. Resa dei colori: Quando non si vuole alterare la resa dei colori come ad esempio un vetro per una gioielleria o una vetrata con una vista mozzafiato.
  2. Resa luminosa: Quando si ha bisogno di grande luminosità
  3. Estetica: la bellezza dell’extrachiaro è oggettiva

Quali altri aspetti dovrebbero farci preferire un vetro trasparente:

  1. Il fattore solare: se ci sono problemi di troppo irraggiamento solare e quindi caldo che entra da i vetri.
  2. Budget: se occorre contenere i costi
vetro extrachiaro

Che differenze di prestazioni ci sono tra le due tipologie se prendiamo in esempio un vetro doppio?

Trasmittanza luminosa (luce che entra) ? Circa 5-6%, può sembrare poco ma fa tanta differenza in termini visivi.

Fattore solare (calore che entra)? Circa 4-5%, può sembrare poco ma fa tanta differenza in termini energetici.

Isolamento (calore che trattiene)? Non ci sono differenza a parita di basso emissivo

vetro basso emissivo cesena

 

Basso emissivo? che cos’è? E’ uno strato di metalli nobili depositato sul verto che ci consente di risparmiare molti soldi.

Mi permetto di sottolineare un aspetto importantissimo, quando cerchiamo di avere la massima prestazione termica perdiamo sempre un pò di luminosità. Perché?

Perché lo strato di metalli nobili più performante è più “coprente” e fa passare meno luce (ma anche meno fattore solare e di conseguenza meno calore).

 

Esempio di 2 vetri doppi bassi emissivi con prestazioni termiche diverse:

Vetro 1.0w (massima prestazione termica) trasmissione luminosa: 75

Vetro 1.1w (prestazione termica leggermente inferiore) trasmissione luminosa: 80

A fronte di un 10% di isolamento termico in meno si ha un 6.5% di luce in più. Come vedete anche questa scelta è fondamentale.

 

In ultimo un consiglio: Quando si tratta di vetri per infissi oltre all’estetica entra in ballo la luminosità e l’aspetto energetico ma quando scegliete il vetro per una scala, un balcone o una porta interna in cristallo scegliete sempre  EXTRACHIARO.

parapetto in vetro extrachiaro cesena

 

Ci sono altri aspetti fondamentali del vetro che ti ricordo è il 90% della finestra:

 

Puoi approfondire questi argomenti molto importanti leggendo su questo blog gli articoli al riguardo! Consiglio di investire 10 minuti del tuo tempo per capire quello che ti occorre. Diffida sempre da quelli che ti dicono “ho sempre fatto così o dopo vediamo “.

 

 

William Bisacchi